Riforma del condominio: Il Mercato dei Corsi

 

FATTA LA LEGGE, TROVATO IL GUADAGNO:

E’ iniziato, più agguerrito che mai, il marcato dei corsi per amministratori di condominio. E’ uno degli effetti dell’approvazione della riforma del condominio, che, all’articolo 71-bis, al quale rimandiamo nella sezione leggi, dispone che “g) che hanno frequentato un corso di formazione iniziale e svolgono attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale.”

Il problema è: chi dovrà fare questi corsi? Dovrà essere un’associazione riconosciuta o un qualunque tipo potrà rilasciare attestati a destra e a manca? 

 

Questo, forse, lo sapremo con le disposizione di attuazione della legge, o forse mai…

Comunque, ecco uno dei tanti messaggi che promettono un lavoro “sicuro”:

 

“E' legge la riforma del CONDOMINIO.  L'amministratore di condominio per poter  essere tale deve frequentare un corso di formazione iniziale ed essere almeno diplomato.
A seguito dell'approvazione della legge, e' stata stipulata un'importante convenzione XXXXXXX. e la XXXXXXXXX e  XXXXXXX.
Lo scopo della convenzione e' quello di agevolare ed offrire una ulteriore opportunità lavorativa professionale ai mediatori ed arbitri, molti dei quali  sappiamo essere anche amministratori condominiali. 
Per i mediatori, l'acquisizione del titolo di amministratore condominiale ha una doppia validità perché evita di frequentare uno dei corsi di specificità  e gli consente di offrire la propria disponibilità ad un organismo di mediazione  al fine di poter essere designato a risolvere anche controversie in materia  condominiali.
Possono svolgere l'incarico di amministratore di condominio coloro:
a) che hanno il godimento dei diritti civili;
b) che non sono stati condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l'amministrazione della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio o per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commina la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni;
c) che non sono stati sottoposti a misure di prevenzione divenute definitive, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione;
d) che non sono interdetti o inabilitati;
e) il cui nome non risulta annotato nell'elenco dei protesti cambiari;
f) che hanno conseguito
il diploma di scuola secondaria di secondo grado;
g) che hanno frequentato un corso di formazione iniziale e svolgono attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale.
Possono svolgere l'incarico di amministratore di condominio anche società di persone e di capitale. In tal caso, i requisiti devono essere posseduti dai soci illimitatamente responsabili, dagli amministratori e dai dipendenti incaricati di svolgere le funzioni di amministrazione dei condominii a favore dei quali la società presta i servizi.
A quanti hanno svolto attività di amministrazione di condominio per almeno un anno, nell'arco dei tre anni precedenti alla data di entrata in vigore della presente disposizione, e' consentito lo svolgimento dell'attività' di amministratore anche in mancanza dei requisiti di cui alle lettere f) e g). Resta salvo l'obbligo di formazione periodica. Per leggere il programma e inviare la domanda ONLINE clicca sul seguente link: XXXXXXXX. Per informazioni scrivi a XXXXXXXX

l corso e' tenuto da FORMATORI  esperti in materie giuridiche (docenti universitari, avvocati,  docenti di insegnamento in materie giuridiche, giuristi d'impresa, dottori commercialisti, psicologi e sociologi.

AI corsisti che supereranno la prova finale di valutazione sarà consegnato attestazione di frequentazione del corso idonea ad esercitare l'attività' di amministratore di condominio e saranno iscritti di diritto nell'elenco degli amministratori condominiali  della XXXXXXX e XXXXXXX. Inoltre, sarà consegnata gratuitamente  UNA TESSERA valida per l'anno 2013 e potranno, attraverso la convenzione stipulata, usufruire di sconti particolari per altri corsi di formazione convenzionati con altri enti (corso per l'esame a revisore legale, corso per arbitro, corso per mediatore civile e commerciale, corso per mediatore bancario, corso per mediatore fiscale  ecc)  e di aggiornamento.

Di regola il corso  e' per un numero massimo di 30 discenti. Per  la prenotazione può anche essere versato un acconto  minimo di 200 euro, sarà a cura della segreteria mantenerti aggiornato sul prosieguo del corso) o inviare via fax la scheda qui allegata completata in ogni sua parte al Fax XXXXXXXX 

CLAUSOLE CONTRATTUALI
1. Con l'invio della presente richiesta di iscrizione, compilata in ogni sua parte e sottoscritta dall'intestatario, in uno alla fotocopia del bonifico di pagamento della quota, darà luogo all'iscrizione al corso per amministratore di condominio. L'iscrizione si perfeziona al momento della ricezione da parte xxxxxxx della quota di partecipazione.

2. La quota di partecipazione e' di euro800+168 (IVA) =euro 968 (euro novecentosessantotto) fiscalmente detraibile. 

SCONTI PARTICOLARI PER MEDIATORI, ARBITRI, NEOLAUREATI, NEO DIPLOMATI E DIPENDENTI PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ED ENTI LOCALI.”

 

 

CookiesAccept

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento senza aver prima modificato le impostazione del browser acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clicca sul link sottostante. Per saperne di piu'

Approvo
Sei qui: Home News e Articoli Novità sul condominio Riforma del condominio: Il Mercato dei Corsi